Vivere meglio | Imparare a vivere alla grande

Vivere-al-Meglio

Vivere meglio, vivere alla grande: il sogno di tutti. Sì, ottimo… ma cosa significa?

Perché diciamocelo: per l’essere umano non c’è limite al meglio. Quindi sono d’accordo nel ritenere molto belle espressioni come “vivere meglio” o “vivere alla grande”, ma sto sempre attento alla loro mancanza di concretezza.

“Sono solo parole, Dario!”, mi dirai.

Le parole non sono mai soltanto parole, ti rispondo io. Le parole giocano un ruolo determinante nel nostro immaginario e nel modo in cui percepiamo la realtà che ci circonda.

In questo caso, ad esempio, le due paroline che compongono l’espressione “vivere meglio” racchiudono al loro interno mille desideri e obiettivi e possono essere declinate nei modi più disparati a seconda della persona interessata.

Quando una persona afferma che vorrebbe “vivere meglio”, c’è sempre una domanda in più da fare, un passo in più da compiere, perché occorre che specifichi ciò che intende. E ti assicuro che nella sua testa c’è già un’idea chiara in tal senso, perché ognuno di noi sa già benissimo, fin nei minimi dettagli, come la sua vita dovrebbe cambiare o come dovrebbe essere per corrispondere al suo ideale.

Alcuni credono che la propria vita potrebbe migliorare se solo riuscissero a cambiare lavoro, altri sognano di imparare a gestire l’ansia, altri ancora puntano tutto sul rafforzamento della propria autostima.

Ognuno di noi, in base alla propria storia e alle proprie esperienze, è perfettamente a conoscenza di quali siano le sfide con cui sente di volersi confrontare. Sa benissimo quali sono quelle difficoltà che, se affrontate, gli permetteranno di crescere, evolvere e trasformarsi e, infine, vivere meglio.

E poi c’è ancora un piccolo particolare: tutti vogliono vivere meglio e riuscire a costruire una vita più appagante, ma sono pochi quelli che si rivelano davvero pronti a lottare per migliorarla.

Vivere meglio, imparare a cambiare

Perché c’è così tanta differenza tra chi si limita a desiderare una vita migliore e chi riesce a costruirsela proprio come vorrebbe? Per una ragione ovvia: perché per passare dalla vita che conduci adesso e quella che vorresti occorre affrontare il cambiamento.

Proprio così.

Chi riesce a trasformare in realtà i propri obiettivi sa bene che non c’è alcun segreto da scoprire o magia da compiere: l’unica capacità che serve per riuscire a trasformare la propria vita e migliorarla è quella di saper affrontare il cambiamento.

Riuscire a ridisegnare la propria vita non è appannaggio solo di pochi, te l’assicuro. Lo fanno in pochi soltanto perché pochi hanno compreso qual è la chiave, ma chiunque ha in sé tutti gli strumenti che occorrono per poter stravolgere il proprio presente, ricominciare da capo e ritrovare finalmente la soddisfazione agognata.

Il problema è che spesso, crescendo e raggiungendo l’età adulta, finiamo per arenarci in una vita monotona, sempre uguale, i cui giorni si ripetono nel grigiore. Non è ciò che vogliamo, ma abbiamo l’impressione che la quotidianità non ci dia più spazio per esprimere chi siamo o per trovare altre soluzioni. Ci sentiamo soffocati, imprigionati. Soprattutto, non vediamo vie d’uscita.

“Cambiare è un lusso per pochi, io non ne ho mica il tempo”

“Ho delle responsabilità, mica posso perdere tempo a pensare a queste cose”

“Tanto non me ne va mai bene una, stavolta non sarebbe diverso”

Lavorando come Mental Coach professionista, ti assicuro che di frasi di questo genere ne sento a migliaia e io le considero uno specchio dell’anima: se la pensi così, di vie d’uscita non ce ne sono sul serio.

Il cambiamento che occorre parte proprio da qui, da questo modo di pensare.

Il veleno dei tuoi pensieri

Le frasi riportate prima sono un esempio importante. Rappresentano l’insieme di scuse, giustificazioni e limiti che sei tu stesso a porti. Credimi, non c’è veleno peggiore.

Inquinano la tua mente. Ti fanno credere che anche se ti lamenti tutti i giorni, sei infelice e non ne puoi più, va bene così. Perché per te non c’è altra via o speranza. In definitiva, perché stai facendo già tutto ciò che è in tuo potere.

Mentre la realtà è ben diversa. Io lo so e tu lo sai: stai mentendo a te stesso.

Stai mentendo a te stesso e ti stai raccontando frottole perché l’idea di discostarti da tutta la serie di abitudini che ti sei costruito nel tempo sotto sotto ti terrorizza. Sia mai che cambi qualcosa. Ma se già sei insoddisfatto, cosa mai potrebbe accadere? Pensi ci sia il rischio che tu possa diventare ancora più infelice di così?

Per iniziare a cambiare e cercare di vivere meglio non devi per forza cominciare da ciò che senti essere più grande di te. Puoi avanzare lentamente, per gradi, affrontando una sfida alla volta. Se tutti i tentativi che hai fatto fino ad ora si sono rivelati dei buchi nell’acqua, è con molta probabilità dovuto al fatto che hai provato a fare troppo e troppo presto.

Inizia piano e parti dalla tua mente, che è lo strumento più potente su cui puoi contare. Rifletti sulle parole che usi, sul modo in cui ti percepisci e sul modo in cui ti fai percepire all’esterno.

Inizia a essere onesto con te stesso e a mettere da parte le scuse: “Ho paura di cambiare perché…”. Poi rifletti sulle tue ragioni e cerca di capire quali radici abbiano nella tua anima. Qualsiasi cambiamento, grande o piccolo che sia, parte da qui.

Devi crederci: tutto è possibile

Te lo assicuro: vivere meglio è possibile, sempre. Quali che siano le tue difficoltà, il modo in cui decidi di affrontarle cambia radicalmente la tua percezione del problema e degli ostacoli che troverai sul tuo cammino.

Affrontare questo percorso è possibile soltanto se liberi la tua mente dai pensieri e dalle parole negative che ti buttano giù e ti fanno vedere tutto nero. Devi crederci e infonderci tutta la fiducia di cui sei capace.

Non scordare mai che il cambiamento genera sempre opportunità inattese.

Sii pronto a coglierle al volo.

Dario Silvestri

Practice, Dedication, Results