Tra il dire e il fare: la voglia di plasmare il tuo destino

PODCAST-di-crescita-personale

Tra il dire e il fare c’è di mezzo… sì, “il mare”.

Ma sappiamo benissimo che in mezzo a quelle due paroline c’è ben altro, molto più di una incredibile quantità d’acqua. Se vuoi proprio mantenere l’immagine del mare, possiamo metterla così: quel mare è pieno di barracuda, squali e pericoli che, in modo molto meno fantasioso, non sono altre che le paure, i limiti e i condizionamenti da cui ogni giorno ti lasci influenzare e inibire. Si, esatto quegli ostacoli che si frappongono tra la tua decisione e l’azione, dipendono da te e dalla tua storia.

Quel mare è fatto di tutte quelle parole che gli altri ti dicono per imbrigliare e addomesticare le tue energie e i tuoi sogni…

Quel mare è popolato di tutti quei pensieri negativi che non ti permettono di prendere sonno o che ti rendono ansioso e nervoso, insicuro nel momento in cui ti trovi di fronte a una difficoltà…

Se vogliamo mantenere un’immagine “liquida”, se così vogliamo dire, allora tra il dire e il fare non c’è il mare ma un vero e proprio oceano di difficoltà.

Sai una cosa, però? Attraversare una distesa d’acqua tanto ampia e profonda non è per tutti, ma è tutto fuorché impossibile. E dall’altra parte cosa troverai? Il coronamento dei tuoi sogni, il raggiungimento dei tuoi più impensabili traguardi ma, sopra ogni altra cosa, la versione migliore di te stesso.

Sei pronto a intraprendere questo viaggio?

Quando le parole possono darti lo slancio giusto

Dire una cosa non vale come farla, lo sappiamo bene. Eppure le parole hanno comunque un peso e un effetto ben precisi a seconda di come vengono usate.

Quando le parole rimangono al loro stato originario, senza trasformarsi in fatti, sono prive di spinta ed energia. Sai da dove vengono? Dalla bocca di chi ti invita a desistere, a lasciar stare, a non provarci nemmeno. Se ripetute un numero di volte sufficiente, si insinuano e si fanno spazio tra i tuoi pensieri fino ad ostacolare qualsiasi tua capacità di reagire.

Ti convincono di non valere nulla e di non avere possibilità. Sono parole fiacche, invidiose, malevoli e viscide. Vengono pronunciate con leggerezza ma dimenticate con difficoltà.

Poi ci sono altre parole, parole con un peso e una carica del tutto opposti, leggere come piume e robuste come pietre. Sono le parole sussurrate da persone che ti vogliono bene ma che non intendono imprigionarti nei loro schemi o nell’immagine che hanno di te. Sono le parole che possono gonfiare le tue vele e sospingerti con più forza verso quell’orizzonte verso cui navighi.

Sono parole che ti sferzano, che talvolta ti destabilizzano, che non ti regalano nulla ma nemmeno ti tolgono. Ciò che fanno è spingerti oltre i tuoi limiti perché tu possa affrontare l’inesplorato.

Sono le parole che ti trasformano e che si trasformano diventando vento, permettendoti di agire e avvicinarti ai tuoi obiettivi.

Scegli bene a quali di queste parole conviene dare ascolto.

L’importanza di prendere la decisione giusta

Definisci, decidi e agisci: passa dalle parole alla decisione, dalla decisione ai fatti.

Detta così è semplice, vero?

Invece sei lì, in mezzo a quell’oceano di paure e insicurezze, perso chissà dove tra il dire e il fare… Come potresti mai pervenire a una decisione?

Ti risolvo subito la cosa: una decisione l’hai già presa. Forse non ti è chiaro, ma anche quando rimani immobile, tra il dire e il fare, c’è un’intenzione alla base di quello che stai facendo: l’intenzione di non muoverti e di lasciare che ogni cosa rimanga invariata così com’è. La tua non è incapacità o paura di prendere una decisione, ma incapacità e paura di affrontare l’ignoto.

La paura del cambiamento è così forte che cerchi di rimanere appigliato con quanta più forza hai in corpo a ciò che è già noto, conosciuto. Magari la tua vita non ti piace più, la tua quotidianità non fa altro che lasciarti insoddisfatto e insofferente, soffri di una totale mancanza di stimoli e gioie… ma tutto ciò ti è noto. È lì, è sicuro e per questo confortante, lo conosci già, “non può andare peggio di così”, e tu rimani imbrigliato tra il dire e il fare.

Non è che non vuoi cambiare la tua vita, hai soltanto paura di affrontare un cambiamento che, per quanto ne sai, potrebbe portarti a soffrire ancor più di quanto tu non faccia già ora.

Smettila. Non farti guidare da timori di questo tenore. La vita cambia sempre, a prescindere che tu scelga di agire o meno per determinare tale cambiamento. Perché allora non provi a prendere in mano il timone e a scegliere tu la direzione verso cui andare?

Se ciò che stai vivendo non ti piace, se senti che il tuo quotidiano non aderisce a ciò che vorresti, credo sia arrivato il momento di prendere in mano la tua vita e cambiare rotta.

Se ti interessa questo argomento leggi anche questo Articolo, cliccando QUI.

Tra il dire e il fare, la voglia di plasmare il tuo destino

La verità è che tra il dire e il fare c’è un oceano fatto di paure, timori, reticenze, limiti e condizionamenti, ma c’è anche tutt’altro: c’è la tua vita, la tua voglia di apportare un cambiamento, il tuo desiderio di plasmare il tuo destino.

Limita le parole che non possono darti nulla e dai spazio a quelle che invece possono ampliare i tuoi orizzonti e mostrarti altre mete da raggiungere.

Se sei qui a leggermi, significa che tu quell’oceano vuoi attraversarlo, cavalcarlo, conoscerlo onda per onda e solcarlo come nessun navigatore ha mai fatto sino ad ora. La realtà è che tu senti già di voler prendere una direzione diversa, di voler cambiare le cose e di voler dare un altro corso al tuo destino, ma non sai come fare.

Non ti devi preoccupare: se hai la voglia, la benzina che può spingerti in questa avventura, un modo di affrontare il cambiamento si trova sempre. Anzi, lo troveremo insieme.

Ricorda: puoi raggiungere qualsiasi obiettivo tu voglia. Hai già dentro di te tutto ciò che occorre, hai solo bisogno di capire come tirare fuori quel potenziale e quell’energia per iniziare a esprimerli e sfruttarli al massimo.

Non puoi più tirarti indietro. Tra il dire e il fare… c’è il grande cambiamento che ti aspetta. Ecco, non farlo più aspettare.

Non c’è più tempo, non ci sono più scuse.

È giunto il momento di scendere nell’arena.

Dario Silvestri

Practice, Dedication, Results