Ricominciare da zero: riprendi le fila della tua vita

ricominciare da zero

Hai mai accarezzato l’idea di ricominciare da zero? Magari lo hai fatto, sei ripartito da zero in seguito a un accadimento catastrofico e drammatico che ti ha obbligato a ricominciare tutto daccapo. Oppure potresti aver vissuto un’esperienza meravigliosa ma fortissima, capace di stravolgerti del tutto l’esistenza.

Ricominciare non avviene per caso, ha sempre un prezzo. Non equivale a una rinascita e alla possibilità di rimettersi in pista senza lasciarsi nulla alle spalle. Ricominciare da zero significa riprendere le fila della propria vita in seguito a un accadimento, bello o brutto che sia, e porsi nella condizione di misurarsi con un piccolo tassello di esperienza in più.

Ricominciare da zero significa accettare e talvolta determinare un grande cambiamento nella propria vita. Richiede tantissimo coraggio, ma è importante ricordare sempre che non annulla nulla di ciò che lo ha preceduto. Quando è davvero potente, il cambiamento non si vede: ha luogo dentro, in un luogo che gli occhi non vedono, e va a incidere sulla nostra visione stessa del mondo, riverberandosi su ogni aspetto della nostra esistenza.

Ricominciare da zero, un bagaglio in più e tanta leggerezza

Ricominciare da zero è un concetto a cui sono molto legato. L’idea del “cominciare di nuovo” è per me molto positiva: dai nuovi inizi si trae sempre una carica pazzesca, uno slancio incredibile verso il futuro. Quando penso all’inizio di un’attività, sento l’adrenalina della nuova avventura che mi aspetta.

Ricominciare da zero ti mette in condizione di poter sfruttare questa stessa adrenalina e di poter contare sul notevole bagaglio di esperienza che ti ha condotto fino a lì, esattamente nel punto dal quale hai deciso di riprendere il passo con una carica rinnovata.

Non c’è da confondersi, però. Questo non significa che il tuo nuovo viaggio ti dovrà necessariamente vedere più appesantito. Tutt’altro. Il bagaglio di esperienza che ti accompagna in una nuova partenza ha in realtà l’inatteso compito di alleggerirti. Una versione migliore e più matura di te, infatti, dovrebbe insegnarti a liberarti di tutti quei pesi e di quelle remore che ti hanno sempre impedito di procedere e spiccare il volo verso la tua crescita e la realizzazione dei tuoi obiettivi.

In quest’ottica, dunque, che questo tuo ripartire sia frutto di una scelta di un naturale evolversi della tua vita, nel momento in cui ti trovi a ricominciare da zero stai in realtà cogliendo un’occasione enorme. Liberarsi di quelle catene a volte spaventa, anche se a pensarci sembra quasi controintuitivo: perché la libertà dovrebbe spaventare? Perché viene meno una sicurezza. Finché sei lì imbrigliato, sei in cattività e non hai modo di sognare, ma hai delle certezze. Senza quelle catene, invece, si materializzano di fronte a te innumerevoli strade tra cui scegliere.

Lascia alle spalle la sicurezza di un fallimento

Lascia che ti chieda: a che cosa ti serve la tua sicurezza? Sono tante le possibili risposte. “A potermi muovere nel mondo con più fiducia e ottimismo”, ad esempio. Oppure: “ad attingere a risorse interiori che ho dentro di me”. O ancora: “a credere nei miei progetti e nella possibilità di realizzarli”.

Tutte parole bellissime. Con l’esempio che ti ho fatto prima, però, ti ho dimostrato che la sicurezza è anche altro. La sicurezza che ti lasci alle spalle quando abbandoni i vecchi pesi che ti portavi dentro, infatti, non è certo la stessa che descriveresti in termini così positivi. Si tratta di una sicurezza di tutt’altra qualità. È una sicurezza finta, che ti tiene legato a schemi e programmi interiori poco sani per te e che, proprio per questa ragione, ti fa da freno nello sviluppo della tua autonomia e della tua felicità.

Se ricominciare da zero presuppone imparare a vivere senza questo tipo di sicurezza, ti posso garantire che è un passo vincente a tuo favore. È un tipo di sicurezza del tutto illusoria, che non fa che ancorarti a scelte dettate dalla paura e dai tuoi timori più profondi. Sai cos’è l’unica cosa che ti assicura? Il fallimento.

Impara a discernere e a distinguere ciò che ti fa bene da ciò che invece avvelena a poco a poco la tua esistenza. Non è così banale e scontato come in molti pensano. Ho incontrato tantissime persone così tanto abituate a vivere male, inzaccherate fino al collo in un programma indotto da condizionamenti esterni che non le rendevano felici, che non avevano neanche idea di poter avere un’altra scelta, di potersi incamminare verso un percorso diverso.

Ricominciare da zero, ricominciare da te

Ecco dunque che ricominciare da zero significa ricominciare da te, dal nucleo profondo che ti definisce per la persona che sei, il tuo io più autentico e vero. Significa dare spazio a quella parte di te che ti rende unico e irripetibile, scevra di tutto quel superfluo che non serve a nulla se non a indebolirti.

Appassionati alla tua avventura, al tuo viaggio verso la riaffermazione del tuo io: la passione è la più grande fonte di potere ed energia che esista al mondo.

Impara a stare bene, ad inseguire il meglio per te stesso e a sfidare i tuoi limiti. È quando si affronta una crisi, quando ci si trova spalle al muro e apparentemente senza più speranze, che nascono le idee migliori e si comincia a lottare sul serio. Perciò vivile, le tue crisi. Vivile però con questo spirito. Urla, soffri, strepita, ma a un certo punto fermati e decidi cosa vuoi farne: vuoi che ti schiaccino o preferisci trasformarle in opportunità di crescita e scoperta?

Ricominciare in ogni momento, ricominciare adesso

Martin Buber, filosofo austriaco, sosteneva che “la grande colpa dell’uomo non sono le sue cadute. La grande colpa dell’uomo è che può ricominciare in ogni momento e non lo fa”.

Sono parole che contengono una verità incredibile. Chiunque può ricominciare da zero in ogni momento, ha questa facoltà, tutto dipende da una sua semplice scelta. Sono però in pochi a farlo. Per quale ragione? Perché è molto più semplice procedere per forza di inerzia, senza porsi domande, rimanendo ancorati alle proprie catene, alle proprie illusorie sicurezze, alle proprie insensate paure. Se ci si riesce a mantenere in uno stato di sopportabile malessere, non ci si troverà mai a dover cambiare.

Ricominciare però è possibile. Ma è anche doveroso se desideri qualcosa di più dalla tua vita. Non c’è niente di più insensato, per me, che permanere in uno stato di appassimento mentale, senza obiettivi né sogni da realizzare. Se questo è il tuo presente e mi stai leggendo, prendi queste mie parole e trasformale in fatti: riprendi il controllo della tua vita, ricomincia da te. Non aspettare un “qualsiasi momento”. Fallo ora, inizia adesso. Io sono con te.

Dario Silvestri

Practice, Dedication, Results