Qual è il segreto del successo? Preparati alla sfida

Qual è il segreto del successo?

Siamo tutti alla ricerca del segreto del successo. Tutti alla ricerca di quel magico ingrediente segreto che possa magicamente aprirci la strada verso una vita migliore, un lavoro migliore e relazioni migliori.

Come specialista della performance, posso affermare che il segreto del successo è quello che definirei “il mio pane quotidiano”. Parlo e lavoro con persone di tutti i tipi, che hanno intrapreso carriere tra le più variegate e che per questo affrontano il proprio quotidiano in maniera differente. Anche il successo ha quindi per ognuna di loro un risvolto pratico diverso. Ma ci sono due elementi che le accomunano: hanno fame di successo e vedono di fronte a sé degli ostacoli che non sanno come superare.

Maggiori gli ostacoli, più grande il successo

“Devo capire quello che succede perché so che devo cambiare ogni giorno. Solo così posso innovare”.

“È solo quando si dorme che non si commettono errori. Errare è privilegio di chi agisce – di chi può correggere i propri sbagli e trovarvi soluzione”.

“Sono convinto che circa la metà di quello che separa gli imprenditori di successo da quelli che non hanno successo sia la pura perseveranza.”

Innovazione, azione, perseveranza. Tre parole chiave. Sai di chi sono queste citazioni? Nell’ordine: del danese Lennart, fondatore di Tiger; di Ingvar Kamprad, creatore di Ikea; di Steve Jobs, la mente dietro ad Apple.

Pensa a questi grandi imprenditori e innovatori. Non hanno “seguito le regole”. Hanno invece sovvertito l’ordine delle cose nel loro mercato di interesse, modificato il paradigma, creato “mondi nuovi” laddove prima nessuno si immaginava ci sarebbe stato altro spazio per evoluzioni ulteriori.

Se però conosci anche un minimo la storia di ognuno di loro, sai benissimo che la loro “fortuna” è nata in realtà da un ostacolo, da un problema, da una loro difficoltà. Ed è importante rimarcarlo perché gli ostacoli sono fondamentali. Gli ostacoli in realtà ci danno la misura della grandiosità delle nostre conquiste. Maggiori sono gli ostacoli, più grande sarà la soddisfazione una volta superati.

E tu mi dirai: “Certo, Dario. Però fino a un certo punto…”

In realtà no, perché sei tu con la tua volontà e la tua motivazione a definire e a tracciare quel punto. Di per sé, non esiste un punto oltre il quale sia impossibile o impraticabile inseguire un traguardo. È la tua mente a crearlo, con tutte le paure e le insicurezze che ti porti dentro.

Il segreto del successo: la fame

Un aspetto su cui mi trovo spesso a riflettere è quanto sia facile rendersi conto della validità di una persona anche sulla base di pochissimi elementi e in pochi secondi. Il suo valore traspare dal modo in cui si pone, parla, si muove. Sono tante le persone così: competenti, capaci e brillanti.

Alcune, tuttavia e purtroppo, non sanno riconoscere le proprie qualità e metterle a frutto in maniera sistematica. Magari sono bravissime a riconoscere le qualità altrui, ma non le proprie, e tendono a sminuire i propri risultati. Non sono in grado di “lavorare per sé”, di mettersi in luce con assertività. Avessero piena coscienza di quello che valgono, riuscirebbero a superare ogni ostacolo in un lampo.

Altre, invece, dopo aver raggiunto un primo successo si sono fermate. Si sono adagiate, forti di quel primo e fortunato traguardo, ma non hanno saputo o voluto osare di più per paura di perdere quanto già conseguito. Mancano di stimoli e sfide, ma temono che, affrontandone di nuove, non sarebbero in grado di fare di più e di misurarsi di nuovo con sé stesse. Temono la sconfitta e la delusione che ne conseguirebbe.

A volte mancano obiettivi definiti, a volte la motivazione giusta. Sai cosa potrebbe fare la differenza? La fame. Se avessero fame di successo, non si sarebbero fermate. Se avessero fame di successo, avrebbero trovato il modo di superare quegli ostacoli, anche – se necessario – riconoscendo le proprie lacune e le proprie paure e rivolgendosi a uno specialista della performance come me, in grado di tirar fuori il meglio di loro.

Prova a pensare a quei grandi innovatori che ho citato prima — Lennart Lajboschitz, Ingvar Kamprad e Steve Jobs. Loro non avevano forse questa fame? Ti dico di più: ne erano imbevuti. Non si sono fermati, sono andati oltre limiti che non sapevano neanche esistessero.

Tutti loro, nessuno escluso, avevano fame. Fame di successo.

Ed è quella fame ad essere l’unico vero segreto del successo. È quella fame che ti spinge a lottare, procedere oltre, salire i livelli successivi e raggiungere l’obiettivo. Il successo non si può e non si potrà mai conseguire con un semplice schiocco di dita.

Il successo non è per tutti

Tutti ci meritiamo il successo, ma il successo non “capita”. Può capitare di avere un’idea geniale. Può capitare di imbattersi in un colpo di fortuna. “Capita”, per l’appunto. Si tratta di fatalità, di situazioni temporanee e passeggere.

Il successo, invece, presuppone una scelta e si costruisce nel tempo, non è frutto di una singola azione. Si tratta di aver voglia di mettersi di fronte a se stessi, di trovare gli strumenti giusti, di adottare una nuova prospettiva quando quelle già provate si sono dimostrate inefficaci. Si tratta di aprirsi al cambiamento e di scommettere su se stessi e le proprie capacità.

E questo fa paura, perché significa uscire dalla propria zona di comfort per affrontare il nuovo e il rischio. Per questo, come ti dicevo prima: tutti ci meritiamo il successo, ma il successo non è per tutti.

Il segreto del successo è in ciò che hai dentro e in una metodica e irrefrenabile voglia di proseguire, per gradi e con determinazione, verso la propria meta.

La tua voglia di raggiungere i tuoi obiettivi è tanto forte da resistere e superare tutto questo? Hai il mindset giusto per farlo? Perché è tutto lì il nocciolo della questione: la tua mente deve essere pronta e allenata a questa impresa. Tu sei il primo ostacolo che dovrai affrontare, insieme a tutti i timori, i freni, le remore e le scuse che normalmente lasci che frenino i tuoi slanci.

Ora che conosci il segreto del successo, la gara è con te stesso.

Perciò ti domando: sei pronto a vincerla?

Dario Silvestri

Practice, Dedication, Results