Lasciare tutto e cambiare vita | Farlo sul serio

PODCAST-di-crescita-personale

Hai mai pensato di lasciare tutto e cambiare vita?

Capita a tutti, almeno una volta. Fantasticare, immaginare situazioni e scenari diversi rispetto alla quotidianità è un esercizio di per sé sano e utile. Quando ci lasciamo andare a questo tipo di pensieri, esploriamo le mille possibilità che potremmo concederci se solo volessimo. Ci lasciamo andare nel flow sei nostri pensieri, talvolta delle nostre fantasie, sondando le alternative che ci siamo lasciati alle spalle o che potremmo voler creare nel nostro futuro.

Per alcuni, tuttavia, pensare di lasciare tutto e cambiare vita può passare dall’essere un innocente passatempo al diventare un vero e proprio pensiero fisso, alimentato da mancanza di gioia, stimoli e soddisfazioni.

In quei casi, la voglia di cambiamento e il desiderio di fuggire dalle circostanze che hanno dato origine a quei pensieri è fortissima e c’è una domanda che comincia ad arrovellarci: sarebbe tanto sbagliato lasciarsi trascinare da questo desiderio di fuga? Non avrebbe più senso farsi guidare dal proprio impulso e dare il via libera a quel cambiamento?

Dipende. Oggi voglio spiegarti perché la tua impulsività può essere la tua più grande amica o il tuo nemico più feroce e come imparare ad operare un cambiamento reale.

L’origine dei tuoi impulsi: un elemento fondamentale

Come ti spiegavo, l’impulsività può avere una connotazione positiva o negativa a seconda dei casi. Per sciogliere questo dubbio, ciò che devi fare è provare a comprendere quale sia la natura dei tuoi impulsi, risalire alla loro origine.

La tua voglia di fuggire lontano, lasciare tutto e cambiare vita dall’oggi al domani potrebbe derivare da un’infinità di circostanze diverse. Potresti non volerti più sentire in colpa, non volerti più piegare a un eccessivo senso del dovere, volerti liberare da obblighi spiacevoli o magari allontanarti da una persona verso cui non provi più i sentimenti di un tempo.

Ognuno di noi ha le proprie emozioni, il proprio vissuto e le proprie ragioni. Nulla “è più giusto” o “più ragionevole” e tu non devi sentirti vincolato a nessun cliché e a nessun tipo di giudizio quando cerchi di comprendere ciò che ti accade dentro a livello emozionale.

Risalire all’origine dei tuoi impulsi è importante perché è quando prendi coscienza di ciò che non va e che ti spinge a voler rivoluzionare tutto che puoi operare un cambiamento duraturo. Al contrario, rispondere ai tuoi impulsi senza tale consapevolezza potrebbe spingerti a mollare tutto e stravolgere la tua vita senza che tu abbia alcuna certezza circa il risultato.

Il punto è che non importa quanto lontano tu sia in grado di fuggire: se non risolvi alla radice i problemi che ti portano a sentirti insoddisfatto e infelice, ti seguiranno fino in capo al mondo. Se non impari a disinnescare il vecchio programma che vi dà origine, finirai per riproporli in altri luoghi e con altre persone, ricreando le stesse identiche dinamiche tossiche.

Consulta la tua mappa interiore

Quando senti che il pensiero di lasciare tutto e cambiare vita sta diventando preponderante, è importante non soltanto riconoscere l’origine di tanta voglia di darsi alla fuga, ma anche comprendere qual è la tua meta.

Nel concreto: in quale direzione ti sta spingendo la tua impulsività? Verso qual luoghi ti sta esortando ad andare?

Fuggire da dinamiche che sono per te negative, da relazioni che ti inaridiscono e da obblighi che senti pesanti è una risposta sana e naturale, su questo non ci piove. Il punto è che scappare, non basta cambiare: occorre che questo cambiare prenda una direzione ben precisa e delineata da te. Se hai già letto “Il potere del cambiamento” (Hoepli, 2019) e compreso il percorso dei Sette passi che vi ho descritto, ricorderai bene quanto spazio io abbia voluto dedicare alla questione del “dove vuoi andare”.

Definire la propria meta è fondamentale. Devi consultare la tua mappa interiore, avere la certezza che il cambiamento che stai affrontando ti soddisfi a pieno, che risponda alle tue esigenze e che vibri con la tua parte più autentica.

Scappare e basta non ha un senso e, per quanto io sia il primo a comprendere il pieno valore del cambiamento, confermo anche che, allo stesso modo, cambiare e basta non ha un senso. Il cambiamento deve essere significativo per te.

In caso contrario, il rischio è quello di doverti di nuovo confrontare con l’insoddisfazione, di finire in un altro vicolo cieco, stretto tra due fuochi, con l’aggravante di sentirti ancora più in gabbia. Perché se cerchi di cambiare due, tre, quattro, mille volte senza pervenire mai a ciò che vuoi, finisci per perdere fiducia nel cambiamento. Finisci per arenarti lì dove sei, in una vita che non vuoi, senza alcuna fiducia in te stesso e nel futuro.

Se ti interessa questo argomento leggi anche questo Articolo, cliccando QUI.

Lasciare tutto e cambiare vita: fallo sul serio

Se senti che la tua vita non sta andando come vorresti, che nella tua mente si affollano solo pensieri negativi e che vorresti dare un taglio a tutto e cambiare, non sminuire questo tuo desiderio.

Ascolta il mio consiglio: dai spazio a questa tua necessità di cambiare, ma fallo con nella maniera giusta.

Inizia a guardare la situazione a 360°, individua con precisione ciò che ti rende infelice, rispolvera i sogni che hai abbandonato lungo la strada e abbandona ogni preconcetto o pregiudizio sulla persona che sei. Non serve a niente negare la realtà se alla negazione non si accompagna all’affermazione di qualcosa di nuovo e al perseguimento di un obiettivo positivo.

Concediti la libertà di definire la tua nuova direzione. Dalle corpo, sostanza, corrispondenza nella realtà. Deve diventare tangibile e concreta. In una parola: realizzabile.

È solo così che puoi dare potere al cambiamento che hai già iniziato ad innescare dentro di te. Deve avvenire in modo graduale, ma non necessariamente con lentezza. Dipende tutto da te, dalla tua voglia di prendere a morsi la vita, dal tuo desiderio di abbandonare tutta la zavorra che ti porti dietro, da quanto sei deciso ad affrontare il futuro per iniziare a creare tutto sin da questo momento. Da adesso, da questo preciso istante.

Nessuno può dirti come vivere, nessuno può decidere della tua felicità e del tuo star bene se non tu. Solo tu puoi farlo. Perciò inizia a farlo subito. Ricorda: non c’è momento migliore di adesso.

Dario Silvestri

Practice, Dedication, Results