Decisioni per il nuovo anno | Impara a esigere

PODCAST-di-crescita-personale

Decisioni per il nuovo anno ne hai prese?

Non so se ti ricordi, ma a fine dicembre avevamo fatto due conti con i buoni propositi per l’anno nuovo, quelli che puntualmente ci prefiggiamo di portare a compimento ogni anno. Prima di tutto avevamo parlato di ciò che era necessario fare per evitare di dimenticarcene dopo appena una settimana. Poi, in caso ti servisse rinfrescarti ancora un po’ le idee, avevamo parlato di come fare per realizzarli, visto che di fatto non servono a nulla se lasciamo che rimangano confinati al reame dell’immaginazione. Quello che volevo che facessi era di trasformarli in realtà concreta e tangibile.

Ti ricordi in che modo?

Iniziando innanzitutto ad avviare la tua trasformazione, il tuo personalissimo cambiamento, sin da subito. Lo sai anche tu: continuare a rimandare in eterno significa diventare procrastinatori seriali, e alla lunga questo può influire in modo negativo non soltanto sui tuoi risultati, che si rivelano inesistenti, ma anche sul tuo umore. Se ci pensi, nessuno che possa dire di avere un po’ di sale in zucca potrebbe dichiararsi contento e felice di non arrivare mai a niente e di vedere sempre i propri obiettivi e desideri frustrati e irrealizzati.

Se concordi con me, comprenderai allora perché sia giunto il momento di fare il punto e di evitare di aspettare un altro anno, un altro giro di boa. Se ad oggi non hai ancora trasformato i tuoi “propositi per il nuovo anno” in vere e proprie “decisioni per il nuovo anno”, non c’è altro tempo da sprecare: rimboccati le maniche e inizia a farlo adesso.

Buoni propositi vs decisioni per il nuovo anno

Cosa distingue i tuoi buoni propositi dalle decisioni per il nuovo anno? La tua convinzione e il campo di applicazione. Quando nella tua mente inizi a stilare un elenco di tutti i tuoi buoni propositi, stai snocciolando una semplice sfilza di “vorrei…”, di desideri che credi possano rispondere ai tuoi bisogni e influire sulla tua felicità, presente o futura che sia. In un proposito non c’è convinzione, solo astrazione in un futuro ipotetico che potrebbe essere anche del tutto irrealistico e campato in aria, poco importa.

Una decisione è diversa. Una decisione rappresenta il momento esatto che segna il passaggio dall’attimo in cui sei lì a fantasticare e quello in cui prendi le tue fantasie e trovi loro un posto reale in quella che è la tua vita. Cambia tutto lo scenario di applicazione. Inoltre, nel fare questo sei costretto a mettere da parte le solite scuse che ti hanno sempre impedito di agire fino a quel momento.

Ecco perché una decisione per il nuovo anno è tanto diversa da un semplice proposito. La decisione equivale al principio di una trasformazione vera.

Questo non significa che tutto sarà facile e certo, ma senza quella vera decisione non avverrà nulla. La decisione dovrà prima trasformarsi in obiettivi a medio-lungo termine e soltanto se riuscirai a conseguirli con il dovuto successo avrai i tuoi risultati. Nulla però può avere inizio, cambiare o realizzarsi se prima non prendi una decisione.

Decisioni per il nuovo anno? Sì, ma quelle giuste

Come spiego anche ne “Il potere del cambiamento”, il libro che ho pubblicato con Hoepli nel marzo 2019, “più prenderai decisioni lontane da te e meno riuscirai a essere efficace e felice”. Ecco, ti invito a non prendere sottogamba queste mie parole.

Il motivo è semplice: trasformare i buoni propositi in decisioni è fondamentale per innescare il cambiamento autentico, ma lo è ancora di più mantenersi fedeli nei confronti di chi siamo intimamente. Devi essere in grado di prendere decisioni giuste, corrette e adeguate rispetto alla persona che sei e a ciò che vuoi sul serio per te stesso.

“Ma io so che cosa voglio, Dario”.

Lo spero per te. Spero per te che sia così e che tu non stia confondendo ciò che vuoi con ciò che sono gli altri a volere per te. Spero per te che tu non sia ancora attaccato a quel tuo vecchio programma fatto di credenze, comportamenti e abitudini che ti hanno inculcato e che poi ti è servito da distrazione per ciò che ha davvero un valore.

Se ti sbagliassi, sappi che le conseguenze potrebbero essere disastrose. Immagina la vita come il gioco del domino: ogni decisione che prendi oggi avrà un suo specifico effetto sulle decisioni che prenderai domani.  Per questo motivo, più questa decisione sarà distante dai tuoi desideri reali, più la tua infelicità aumenterà poco a poco… e a te sembrerà di non poterne più uscire, di non riconoscerti nemmeno allo specchio.

Quindi scava a fondo dentro di te e non lasciarti ammaliare o condizionare dai consigli o dalle opinioni degli altri. Potrebbe sembrarti ragionevole, magari anche più semplice, ma non potrà mai renderti felice quanto ascoltare i veri bisogni che animano il tuo cuore.

Se ti interessa questo argomento leggi anche questo Articolo, cliccando QUI.

Decisioni per il nuovo anno: impara a esigere

Una volta definiti, tra i buoni propositi, quelli che vuoi trasformare nel tuo domani e che quindi meritano di passare allo step successivo per diventare vere e proprie decisioni per il nuovo anno, domandati se ti sei dimostrato abbastanza esigente.

Essere esigente con te stesso e puntare in alto non è sciocchezza da poco. Chi si accontenta e cerca sempre di rimanere un passo indietro per prudenza è destinato a crogiolarsi nella mediocrità e, di conseguenza, a vivere in uno stato di sempiterna e pacata insoddisfazione. Pensi davvero di non meritarti di meglio?

Impara a esigere e inizia a farlo. Non con gli altri o con ciò che ti circonda ma con te stesso, perché il resto non potrà che venire da sé.

Impara a curare la tua crescita personale, a riconoscere il valore che hanno il tuo mondo interiore e i tuoi bisogni come essere umano, a prefiggerti obiettivi grandi e meravigliosi. Che rischio potrai mai correre? Ricorda che l’unico ostacolo tanto potente da poterti frenare o, peggio ancora, fermare del tutto, è quello che può guidare anche i tuoi più incredibili traguardi: la tua mente.

Chiedile il massimo, allenala al successo. Poi passa all’azione.

Dario Silvestri

Practice, Dedication, Results